Ecco il pensiero dire alle parole,
che naturali gli escon dalla bocca:
“ma voi, che vi insegnano nelle scuole,
siete in grado di far quel che vi tocca?
Siete in grado di dirmi tutto intero
senza che nulla poi rimanga fuori?
No perché, se sbagliate son dolori,
e passo io per quello poco vero”.

“Senti”, rispondono quelle, indispettite
d’esser considerate in poco conto,
“proprio per questo ci hanno costruite,
perché potessimo farti un resoconto
di quello che poi tu sei veramente.
Infatti, se non ci fossimo noi
che lavoriam per dir quello che vuoi,
missà proprio che non saresti niente”.

Sentite allora le parole sue
dargli addosso così, in modo brutale,
il pensiero pensò che tra i due
forse lui era il meno originale.
Allora si zittì, si zittì davvero,
e non sapendo più cosa dire,
le parole iniziarono a morire.
E iniziò a morire pure il pensiero.

Annunci