Al paese di mio padre, la fontana
della piazza è così refrigerante
che tutti vanno a dissetarsi. Tante
sono le storie ascoltate dalla sana
acqua che fluisce fresca e abbondante.

Quella che desidero raccontare
in questo piccolissimo frangente
riguarda un incontro particolare
avvenuto ai piedi della sorgente.

Colle sembianze d’un vecchio pastore
andò a cercar riparo dal calore,
la Vendetta, la Vendetta in persona!
Arsa dal sole cocente, il colore
di chi vive in campagna e lì ci muore,
stava al fresco di quella fonte buona.

Poco più distante, dalla caserma
uscì in divisa da carabiniere
la Giustizia. Andò un attimo a bere,
dove incontrò la Vendetta, lì ferma,
che tranquilla se ne stava a sedere.

“Qual buon vento ti porta da ‘ste parti?”
esordì la Giustizia di quel paese,
“forse che sei venuta a rinfrescarti?
Forse che fa caldo?” Ed era palese,
perché faceva un caldo da squagliarsi.
Però la Vendetta non si offese,
aveva ben altro di cui preoccuparsi.

E preoccuparsi è cosa naturale,
soprattutto se ti trovi a parlare
colla Vendetta… chettelodicoaffare?
Infatti in modo del tutto normale,
quella sfilò dalla cinta un pugnale
e senza neanche farsi notare
tagliò all’altra la vena giugulare.
Cadde che corpo morto cade uguale.

Alla notizia di quello strano delitto,
ogni abitante in paese stette zitto.
Poi la Vendetta, chiusa la partita
colla Giustizia ormai priva di vita,
tornò in campagna come fuorilegge,
sola soletta a pascolare il gregge.

Annunci