Ultimamente penso alla poesia,
a cosa voglia dir questa parola,
al suo significato, quale sia,
mica me l’hanno mai spiegato a scuola.

Serve contar le sillabe? E se sì, a
che cosa bisogna riferirle?
La bellezza è una roba solo mia,
o è bello poi le cose pure dirle?

Certo, non c’è nessuna categoria
che ti dica “si fa così” e basta.
Ci deve essere tanta fantasia,
ovvio, e un po’ di rigore non guasta.

Però mi viene sempre l’orticaria
quando vedo la gente sentenziare
le sue teorie, i suoi castelli in aria
su cosa dovrei o non dovrei fare.

Io sono stato abituato al rispetto,
questo sì, ma soltanto fino a quando
non si va a ledere un altro concetto:
la libertà di quel che sto pensando.

Annunci