Prima devi aver qualcosa da dire
e poi vai a cercare le parole
giuste. Se ti dovessimo sentire
tutte le volte che il tuo ego vuole,
allora dove andremmo a finire?

Rifletti dunque caro franceschino,
sì perché a forza di fare il cialtrone
ti piglieranno tutti per cretino.
E il tempo passa, e la situazione
non è quella di quand’eri bambino.

Prendi un caso come quello di adesso:
ho il nulla cosmico nel cervello,
però do fiato alla bocca lo stesso
perché non so che dire. Mi sbudello
e vomito parole, come al cesso.

Questo mio sforzo non è libertà,
proprio no. No nella misura in cui
non lo sarebbe la necessità.
Lo so, per tutti sono tempi bui,
ma c’è chi vive nell’oscurità.

Poi dicono: “la rima alleggerisce,
alleggerisce gli argomenti cupi”,
ma le mie rime sono come strisce
mimetiche dentro un bosco di lupi
dove la cagna sempre partorisce.

Annunci