Una vita in discorsi d’ascensore,
pause caffè e luci semaforiche,
credere a cosa dice un professore,
alle sue elucubrazioni teoriche.

Il sibilante e fastidioso rumore
delle televisioni preistoriche,
i porta a porta, il lavoro otto ore,
le verità, uniche e categoriche.

Accetterò tutto di buona lena
senza alcun pregiudizio, ma colpevole
di recitare soltanto una scena.

Però bisogna ammettere: è notevole
quanto per l’uomo valga la pena
vivere senza essere consapevole.

Annunci