Una volta, fuori da casa mia,
le mie Infinite Possibilità
si presentarono alla porta, ma
io, mannaggia la miseria, ero via.

In quel momento stavo in coda in posta
e, davanti a me, la Burocrazia
non la finiva più: una porcheria!
Sembrava che me lo facesse apposta.

Allora presi ed andai in farmacia,
al bancone incontrai la mia Salute:
“Una scatola di ‘Non si discute’ ”
chiese, e subito se ne andò via.

La macchina, lasciata in doppia fila,
discuteva col Divieto di Sosta:
“Fatti un po’ più in là, dai cosa ti costa?”
ma quello niente, mica si defila.

Poi tornando, incontrai la Pazienza,
appena fuori, sotto al mio palazzo:
“Non dirmi che te ne stai andando cazzo!
e come faccio io se rimango senza?”

Ma per fortuna in casa c’era Sonno
sdraiato sul letto, mi coricai,
parlando un po’ con lui, m’addormentai:
ricordo ancora che sognai mio nonno.

Annunci