L’instabile equilibrio dei sistemi,
il cronico ottimismo degli scemi,
lo scrupolo che amplifica i problemi,
la sterile preghiera dei blasfemi.

L’astuto ideatore di poemi,
l’alcolico bevuto dagli astemi,
il quiz televisivo con i premi,
la solita prigione degli schemi.

Il logico rigore dei teoremi,
la fredda equidistanza dagli estremi,
l’immagine di te che ancora temi.

Inutile capir, perché ti spremi?,
se mai conoscerai questi patemi
ti porterò in regalo crisantemi.

Annunci