La vita assume forme esilaranti:
i ricchi non possiedono contanti,
i saggi sanno d’essere ignoranti,
chi emigra non accetta gli emigranti.

I pochi che decidono sui tanti,
gli artisti equiparati ai mendicanti,
notizie su dei fatti irrilevanti:
la crisi non colpisce i ristoranti.

Governi senza veri governanti,
i nani sulle spalle dei giganti
vorrebbero insegnare agli insegnanti.

Son gli ultimi a vedere chi è davanti,
gli estremi sono sempre più distanti
e in mezzo puoi trovarci tutti quanti.

Annunci