(beatboxing poem)

Piglia una palla, una piccola palla,
porgila appena sul petto e rimpalla,
pesa a tal punto che il piatto s’impalla.

Passo il lampione sul ponte del Po,
poi quattro passi alle panche si può,
pranzo alle piola, ma penso ad Expo.

Penso e ripenso che un patto è un patto,
spunta una specie di pezzo compatto,
pare la palla di prima sul piatto.

Sputo ‘sta palla dal palco incapace,
per chi mi apprezza, mi apprezza e pace,
pigia sul post ché compare “mi piace”.

Annunci