La metrica è come un marchingegno,
Pinocchio ha ancora l’anima di legno,
scrivendo endecasillabi m’impegno
a mantenere un poco di contegno.

Chi stimo delle volte non è degno,
chi sbaglia non si sa se paghi pegno,
chi è libero in realtà segue un disegno,
mi sento un ignorante eppure insegno.

Io faccio il professore di sostegno,
lavoro che mi stuzzica l’ingegno,
più passa il tempo e più non mi rassegno.

La vita è un enorme disimpegno,
un limbo, una specie d’interregno
in cui ciascuno passa e lascia un segno.

Annunci