Mi sento come fossi sotto un treno,
spaccato dentro, vari turbamenti,
amore viscerale, odio pieno,
finte formalità, liti latenti.

Son tutti come me, chi più chi meno:
scemi incapaci d’essere contenti,
dovrebbero pagarmi perlomeno
perché passo il Natale dai parenti.

Oramai sono anni che mi alleno
e gli esiti non son soddisfacenti,
per quello che si può, sputo veleno.

Un pubblico di amici e conoscenti,
necessito per essere sereno
di like e cuoricini nei commenti.

Annunci