L’esperienza, per Peirce, è concepita
come caotica. Trovare un coro,
trovare somiglianze in questa vita
è il ruolo della scienza, il suo lavoro.

Il mondo è una semiotica infinita
di segni incatenati fra di loro
e dai segni dipende la partita,
dipende lo schizzo o il capolavoro.

Gli uomini hanno sempre negoziato
un mondo il più possibile costante.
Il suo è un pragmatismo ben legato

al segno con il suo significante,
il quale indica il significato
interpretato dall’interpretante.

Annunci